Dal 1998 Linux Valley si è sempre proposto come punto di riferimento per la comunità Linux e Open Source in Italia. Anno dopo anno il portale è cresciuto grazie a tutti voi che ci avete letto, dato consigli, inviato articoli e notizie, lodato e criticato per le scelte fatte. In questi 10 anni Linux ed il software Open Source sono riusciti ad imporsi all'attenzione del grande pubblico, per lo meno quello delle aziende e dei professionisti, tanto da diventare un'alternativa universalmente accettata nell'ambito dei sistemi operativi e del software cosiddetto "enterprise". Questo successo, innegabilmente, lascia scoperto il fianco a prevedibili rischi di omologazione, ma è lo scotto che ogni tecnologia e ogni movimento di opinione pagano allorchè escono dai ristretti circoli degli appassionati per divenire fenomeni di massa ed entrare in contatto con il grande pubblico. Dopotutto, non era forse questo ciò che volevamo tutti? Altrettanto innegabilmente, questo stesso successo significa per noi un venir meno della missione originale. In un tempo in cui tutti parlano di Linux e Open Source e che qualunque sito Internet dedicato al software e alle tecnologie riserva una sezione alle novità e agli avanzamenti in questo campo, pensiamo sia giunta l'ora di chiudere questo capitolo per impegnarci in nuove sfide e nuove rivoluzioni. E' perciò con una punta di nostalgia che, dopo dieci anni di attività, Linux Valley si ritira dalla scena. Ringraziamo tutti voi per aver collaborato al successo di una realtà che per molti anni è stata il punto di riferimento per coloro che hanno cercato informazione libera e non strumentalizzata su un mondo dalle molteplici sfumature quale è stato, e speriamo rimarrà per sempre, quello dell'Open Source.

Arrivederci alla prossima avventura.


La redazione.